Side Bar
ANTICALCARE ELETTROMAGNETICO PULSAR
PRESENTAZIONE

Lo strumento anticalcare “PULSAR” è un condizionatore elettromagnetico in bassa tensione, progettato per eliminare i problemi derivati dalla precipitazione del carbonato di calcio presente nell’acqua. Lo strumento è composto da un alimentatore e da una parte idraulica costituita da un tronchetto in materiale diamagnetico, entro cui scorre l’acqua sottoposta a trattamento, intorno al quale sono avvolte un gruppo di bobine a due a due in controfase, che assicurano la ricezione e l’amplificazione del segnale generato dall’alimentatore. I campi elettromagnetici generati dalle bobine, variabili con una frequenza che spazia da 0,5 a 5 Mhz, condizionano il livello energetico dello ione calcio (vedi legge di Lenz). L’effetto anticalcare dello strumento, dipende essenzialmente da questi campi elettromagnetici. Infatti l’acqua contiene colloidi di Carbonato di Calcio, destinati ad un progressivo e rapido ingrossamento in corrispondenza della decomposizione dello Ione Bicarbonato, ed a depositarsi sulle tubazioni sotto forma di germi di cristallizzazione di Calcite trigonale, compatti e fortemente adesivi che, nel tempo, assumono le caratteristiche di incrostazioni calcaree. Quando l’acqua viene condizionata dai campi elettromagnetici prodotti dalle bobine dello strumento, le particelle colloidali di Carbonato di Calcio, seppur in via di ingrossamento, non si accrescono più secondo la struttura trigonale della Calcite, ma secondo la tipica struttura rombica dell’Aragonite, scarsamente adesiva, tendendo a rimanere in sospensione. E’ pur sempre carbonato di calcio (quindi non si modifica la chimica dell’acqua) ma con una struttura cristallina differente da quella della Calcite e con comportamenti diversi circa la funzione adesiva. Il movimento dell’acqua asporta senza difficoltà i germi di cristallizzazione che si vengono via via formando, a partire dalle primitive particelle sospese e solo in condizioni stazionarie e in presenza di temperature sufficientemente alte, possono dare luogo a sottili depositi di Aragonite di natura friabile e quindi facilmente soggetta ad autodistacco. La W.T.S. S.r.l. si è certificata ISO 9001/2000 con certificato n° 10857 e le apparecchiature costruite, sono certificate CE avendo superato ampiamente tutti i test di funzionalità e di compatibilità elettromagnetica ai quali sono state sottoposte dalla ASL VT/2, dalla ISPESL e dai laboratori Stet Siemens-Italtel, e sono tutte coperte da garanzia di 36 mesi. Produciamo normalmente la gamma di strumenti che va dal ½” al 20” e su richiesta possiamo fornire strumenti di qualsiasi diametro.
FUNZIONAMENTO

Lo strumento anticalcare “PULSAR” è un condizionatore elettromagnetico in bassa tensione, progettato per eliminare i problemi derivati dalla precipitazione del carbonato di calcio presente nell'acqua.
Lo strumento è composto da un'alimentazione e dall'apparecchiatura vera e propria costituita da un tronchetto in materiale diamagnetico, entro cui scorre l'acqua sottoposta a trattamento, intorno al quale sono avvolte un gruppo di bobine a due a due in controfase, che assicurano la ricezione e l'amplificazione del segnale generato dall'alimentatore.
I campi magnetici generati dalle bobine, variabili con una frequenza che spazia da 0,5 a 5 Mhz, producono delle radioonde i cui campi elettrici sono anch'essi variabili con la medesima frequenza di quelli magnetici.
L'effetto anticalcare dell'apparecchio dipende essenzialmente da questi campi elettrici. Infatti l'acqua contiene colloidi di Carbonato di Calcio, destinati ad un progressivo e rapido ingrossamento in corrispondenza della decomposizione dello ione Bicarbonato, ed a depositarsi sulle pareti della tubazione sotto forma di germi di cristallizzazione di Calcite trigonale, compatti e fortemente adesivi, che, nel tempo, assumono caratteristiche di incrostazioni calcaree.
Quando l'acqua viene investita dai campi elettrici prodotti dalle bobine dell'apparecchiatura, le particelle colloidali di Carbonato di Calcio, seppur in via di ingrossamento, non si accrescono più secondo la struttura trigonale della Calcite, ma secondo la tipica struttura rombica dell'Aragonite, scarsamente adesiva, e tendendo a rimanere in sospensione. È pur sempre carbonato di calcio (quindi non si modifica la chimica dell'acqua) ma con una struttura cristallina differente da quella della Calcite e con comportamenti diversi circa la funzione adesiva.
Il movimento dell'acqua asporta senza difficoltà i germi di cristallizzazione che si vengono via via formando, a partire dalle primitive particelle sospese, e solo in condizioni stazionarie e in presenza di temperature sufficientemente alte possono dare luogo a sottili depositi di aragonite di natura friabile e quindi facilmente soggetta ad autodistacco.
SOLUZIONE

L'apparecchio anticalcare WTS permette di ottenere un effetto anticalcare pressochè totale senza modificare la chimica dell'acqua e con costi bassissimi.
Le principali caratteristiche dell'apparecchiatura anticalcare WTS possono essere così riassunte:
Impedisce il deposito e la formazione delle incrostazioni calcaree anche a temperature elevate;
Mantiene inalterati nell'acqua gli effetti anticalcare nel tempo (fino a 25 gg.);
Mantiene inalterati gli effetti sull'acqua anche a distanza dal punto di trattamento;
Elimina l'usa di resine, di additivi chimici e di qualsiasi altro mezzo;
Non modifica assolutamente la chimica delle acque e mantiene inalterati i requisiti di potabilità ;
Consente di eliminare nel tempo le incrostazioni presenti nelle tubazioni;
Consente un notevole risparmio energetico direttamente proporzionale al calcare evitato od eliminato;
Consente un risparmio di tensioattivi ed ammorbidenti;
Mantiene l'acqua batteriologicamente pura, evitando i rischi di proliferazione batterica;
Consente una notevole riduzione delle spese di manutenzione e di esercizio.
VANTAGGI

Le caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua trattata (ed, in particolare, il contenuto di ioni calcio e magnesio, molto importanti per il metabolismo umano) non subiscono variazioni e non viene aumentata nell’acqua la concentrazione dello ione sodio, piuttosto nocivo alla salute. Inoltre non è richiesto lo stoccaggio (e susseguente smaltimento separato) delle acque di lavaggio delle resine (gazz.uff.n°124 anno 1999, pag. 107).
Graduale disgregazione del deposito calcareo eventualmente già presente nelle tubazioni al momento dell’installazione dell’apparecchio, dovuta alla somma di due azioni, una meccanica ed una elettromagnetica, agenti contemporaneamente sui depositi stessi.
Facilità di montaggio/smontaggio su qualsiasi tipo di tubazioni, sia metalliche che in materiali plastici/compositi e nessun ingombro nel caso di installazioni domestiche.
Nessuna perdita di carico nel circuito idraulico, in quanto l’acqua viene trattata senza dover passare attraverso strati di resine che, di fatto, la frenano.
Assenza pressochè totale di manutenzione.
Durata teoricamente illimitata.
Non è necessaria alcuna rigenerazione periodica, per cui l’efficacia del trattamento è sempre massima (nei sistemi a resine diminuisce gradualmente tra una singola rigenerazione e la successiva, con un andamento ad “alti e bassi “).
L’assenza di trattamenti rigeneranti annulla le spese riguardanti i costi dei sali per la rigenerazione delle resine, dei disinfettanti per la disinfezione periodica delle resine e dell’ acqua per il suo risciacquo.
Nessun rischio di contaminazione biochimica (dovuta alla facilità con cui i batteri si annidano nelle resine): questo rende più tutelati utenti e gestori nei confronti del D.L. n°31 del 25.12.2003 (che recepisce la direttiva 98/83 CE) in materia di responsabilità civile e penale dell’igiene dell’acqua potabile a valle del contatore. Al contrario, è stato verificato un notevole abbattimento della carica batterica sull’acqua trattata (circa il 30%), verosimilmente dovuto all’eliminazione dei batteri dotati di membrana cellulare calcarea. Tale azione antibatterica è inversamente proporzionale alla velocità di scorrimento dell’acqua.
In presenza di acque molto dure l’efficacia del PULSAR viene addirittura enfatizzata, grazie alla migliore conducibilità elettrica dell’acqua trattata.
Prezzo di acquisto inferiore.
PERCHE' ISTALLARE L'ANTICALCARE ELETTROFISICO PULSAR

Perchè non si formino incrostazioni calcaree all'interno degli impianti idraulici.
Perchè non ha bisogno di alcuna manutenzione.
Perchè non cambia la composizione chimica dell'acqua.
Perchè non usa additivi chimici.
Perchè non immette Sodio nell'acqua.
Perchè non cambia il PH dell'acqua.
Perchè non aumenta la conducibilità elettrica dell'acqua.
Perchè non causa correnti vaganti.
Perchè sia ottimale lo scambio termico dei vostri apparecchi riscaldanti.
Perchè non si formino alghe e incrostazioni calcaree nelle torri evaporative.
Perchè si riduca la manutenzione negli impianti industriali.
Perchè si può installare centralizzato a monte dell'impianto idraulico.
Perchè i produttori istantanei di acqua calda non abbiano più bisogno di lavaggi chimici,
Perchè riduce drasticamente la corrosione all'interno degli impianti idraulici.
Perchè i produttori di vapore possano usare l'acqua tal quale, senza trattamenti chimici.
Perchè non permette al suo interno la proliferazione della carica batterica (D.M. 443 del 21/12/90).
Perchè l'acqua potabile deve contenere sali minerali utili all'organismo (D.M. 443 del 21/12/90).
Perchè non è un magnete permanente.
Perchè è conforme al D.M. n.443 del 21/12/90.
Perchè funziona con acqua di qualsiasi durezza e conducibilità.
Perchè non è vero che bere acqua "dura", cioè fortemente calcarea, provochi calcoli renali (OMS).
Perchè ha efficacia costante nel tempo.
Perchè testato dall'Istituto italiano del marchio di qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000.
Per rendere all'ambiente l'acqua come l'abbiamo ricevuta.